Silentium





2011

The words of the russian poet Fjodor I. Tjutčev are the inspiration
that moves my hands and my visions underwater.
The search of an absolute silence, the contact and the contrast
with a Nature often so violent in its majesty.
Water meets rock, aware of the need to understand its own essence.
An essence which is incommunicable and incomprehensible to others.
If water defines the passing of time, what about rock?
What are we compared to an endless rock?

________________________________________________________________________


Sono le parole del poeta russo Fjodor I. Tjutčev a muovere
le mie mani e le mie visioni sott'acqua.
La ricerca di un silenzio assoluto, il contatto e il contrasto
con la natura così spesso violenta nella sua maestosità.
L'acqua incontra la roccia in piena coscienza del bisogno
di comprendere il sè. Un sè incomunicabile e incomprensibile agli altri.
L'acqua scandisce il fluire del tempo, la roccia?
Cosa siamo temporalmente nei confronti di una singola roccia?

-

LINK

vogue.it (eng) > view
vogue.it (ita) > view











© 2019 GLS - PIVA 03353850831